Web Analytics

Icon

il Blog della Web Analytics in Italia

Google Content Experiments & Google Website Optimizer

Dal 1° Agosto 2012 non sarà più accessibile la versione stand alone di Google Website Optimizer, lo strumento free di Web Site Testing (A/B e Multivariati) di Google. Come già annunciato in precedenza infatti, il tool verrà incorporato all’interno di Google Analytics nella sezione “Esperimenti” del menu “Contenuti” (da qui il nuovo nome: Content Experiments).

Oltre alla nuova interfaccia, Content Experiments si differenzia da Google Website Optimizer:

    • permette di utilizzare i Segmenti Avanzati di Google Analytics per avere una visione più dettagliata delle performance relative alle diverse fasce di utenza;
    • richiede di inserire nuovo codice solo sulla pagina sotto test, le conversioni verranno registrate grazie al codice standard di GA;
    • il motore statistico dietro allo strumento è stato migliorato per raggiungere i risultati più velocemente e la visualizzazione delle alternative si basa ora su un’“Allocazione Dinamica del Traffico” che prevede che le varianti con performance migliori ricevano più traffico;
    • i risultati degli esperimenti non saranno disponibili per le prime 2 settimane (in modo da promuove la confidenza statistica) e i test privi di un vincitore verranno rimossi automaticamente dopo 3 mesi (per evitare il protrarsi di esperimenti poco efficaci).

Tuttavia per il momento il tool presenta ancora alcune forti limitazioni:

    • non è possibile impostare Test Multivariati;
    • gli A/B test funzionano esclusivamente tramite URL Redirect;
    • non si possono impostare transazioni eCommerce come Goal;
    • ogni esperimento può presentare al massimo 5 alternative (6 con l’Originale);
    • è possibile attivare al massimo 12 test contemporaneamente;
    • eventuali dati presenti nell’attuale interfaccia di GWO non possono essere importati su Content Experiments e andranno persi.

Google assicura ad ogni modo che stanno investendo risorse nello sviluppo di Content Experiments e che a questa prima versione del tool ne seguiranno altre più avanzate.


Categorie: Web Analytics

Tagged:

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.



Follow WebAnalytics_it on Twitter

Categorie